Frigoriferi aperti, per strada a Berlino

frigo berlino 2

Geniale iniziativa tedesca di condivisione contro lo spreco di cibo. Impensabile, almeno secondo noi, in Italia…viste le rigide regolamentazioni sulla distribuzione degli alimenti, anche se a scopo caritativo.Però è bello sapere che qualcuno ci prova!

Sono ben due a Berlino i frigo aperti per strada e a disposizione di chi ha bisogno di cibo. Uno si trova in pieno Prenzlauer Berg, quartiere alla moda frequentato da giovani, artisti e turisti; l’altro nel centralissimo quartiere di Kreuzberg.

Dentro ci si può trovare di tutto: “Parte del cibo viene portato anche dai gestori di banchi di mercatini biologici, da panetterie e ristoranti. Sono le loro eccedenze” spiega Lisa Berger, una delle promotrici dell’iniziativa organizzata dall’associazione Lebensmittelretter (letteralmente i “salvatori del cibo”), nata per combattere gli sprechi alimentari che in Europa sono un problema non trascurabile. Solo in Germania, sono 82 i kg di alimenti pro capite che vengono buttati ogni anno e che invece potrebbero tranquillamente essere consumati.

Così, i volontari di Lebensmittelretter girano per negozi e supermercati alla ricerca del cibo che non può più essere venduto ma è ancora commestibile e riempiono ogni giorno la rete di «frigoriferi urbani».

Ai due frigoriferi aperti 24 ore su 24 se ne aggiungono infatti altri diciannove sparsi per tutta la città, ospitati dentro esercizi commerciali .

L’intenzione è quella non solo di aiutare i più bisognosi, ma di sviluppare una coscienza sociale che si batta contro gli sprechi del cibo. C’è un solo imperativo quando si ritira del cibo: “Prendere solo ciò che si consumerà per sé stessi”. Con parte del cibo che rimane nei frigoriferi di Kreuzberg, a cui si aggiungono altre offerte raccolte in giro per la città, ogni mercoledì e weekend volontari preparano un pasto che può saziare fino a 250 senza tetto.

(Visited 179 times, 1 visits today)