La doppia… e tripla vita delle mele

 

IMG_1153

Altri avanzi: dagli scarti delle mele carta e rivestimenti 

Dagli scarti della lavorazione industriale delle mele nascono la ‘cartamela’ per fazzolettini e rotoli da cucina e la ‘pellemela’ per calzature e rivestimenti di divani. Quegli scarti che fino a pochi anni fa venivano smaltiti o, al più, utilizzati per alimentare gli impianti a biogas, cosa che avviene tuttora, oggi subiscono un processo che li riutilizza completamente.

Tutto è iniziato pochi anni fa, nel 2009, a Bolzano dove Hannes Parth ha fondato la Frumat, un laboratorio di analisi chimiche che ha iniziato ad effettuare dei test per stabilire se, dagli scarti della lavorazione industriale delle mele, materiale privo di scadenza e per questo facilmente stoccabile, era possibile ricavare delle materie prime da impiegare per realizzare prodotti ecocompatibili.

I risultati parlano chiaro: in 5 anni il quantitativo di scarti della lavorazione industriale delle mele utilizzato per realizzare prodotti ecosostenibili è passato da 0 a 30 tonnellate al mese.

 

Fonte: adnkronos.com

(Visited 70 times, 1 visits today)