Legge di Bilancio 2018: si possono donare anche prodotti per igiene delle persona e della casa

 

La Legge di Bilancio 2018 https://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/01059244.pdf sta rendendo più facile e accessibile sia donare sia essere beneficiari delle eccedenze alimentari. Ha infatti esteso il raggio di azione della Legge 166/2016, nota anche come “Legge Gadda” http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2016/08/30/16G00179/sg grazie a due emendamenti che allargano il paniere di prodotti che si possono donare per finalità sociali, semplificando alcune procedure ed estendendo le agevolazioni fiscali. Non solo cibo, quindi, ma anche prodotti che vanno nella direzione dell’attenzione alla persona e alla vita delle famiglie in difficoltà.

“Le misure introdotte in Legge di Bilancio 2018 – ha commentato l’onorevole Maria Chiara Gadda  consentono di estendere i benefici fiscali della legge 166/2016 c.d. “antisprechi” ad altri prodotti oltre al cibo ed i farmaci, che sono di fondamentale importanza per rispondere alle esigenze delle persone in condizione di disagio e povertà, come i prodotti destinati all’igiene e alla cura della persona e della casa, gli integratori alimentari, i biocidi, i presidi medico chirurgici e i prodotti farmaceutici, i prodotti di cartoleria e di cancelleria. Per quanto riguarda i farmaci, viene ampliata la platea dei donatori, includendo le farmacie, le parafarmacie, i grossisti, le aziende titolari di autorizzazioni all’immissione in commercio di farmaci. Si è inoltre proseguito sulla strada della semplificazione burocratica e fiscale, dando maggiore uniformità ed armonia al testo di legge ora peraltro pienamente coordinato con la recente riforma del Terzo settore includendo tra i donatari tutti gli enti iscritti nel costituendo registro unico nazionale, ad esempio aps, odv, enti filantropici, cooperative ed imprese sociali”.

(Visited 19 times, 1 visits today)