Zuppa di orzo e foglie di scarto

 

 

Ci sono tanti ortaggi che hanno bellissime foglie e parti verdi che vengono considerate di scarto. Un esempio sono i finocchi, i broccoli, le carote, i cipollotti… Eppure anche queste parti meno nobili sono ricche di sostanze nutritive e di fibre. Perchè dunque sprecarle? Vanno benissimo per fare saporite zuppe. Questa, in particolare, prevede l’orzo ma si possono utilizzare altri cereali o la classica pasta, per un bel minestrone.

Ingredienti (in quantità variabili a seconda di quello che si ha a disposizione)

Patate

Carote con il loro ciuffo

Broccoli – le foglie esterne e i gambi

Finocchi – la parte verde

Zucca

Sedano – con le sue foglie

Cipollotti – la parte verde

Cavolfiore – le foglie esterne

Zucca, fagioli …più la zuppa è ricca, più è colorata e saporita

Qualche pugno di orzo o altro cereale

Preparazione

Separare le parti verdi dagli ortaggi: se ad esempio utilizziamo le cimette dei broccoli, il cavolfiore, i finocchi ecc.  come contorni , teniamo da parte i gambi e le foglie per questa zuppa.

Per i gambi dei broccoli, eliminare solo la parte finale più legnosa e sbucciare i gambi con un pelapatate.

Sbucciare gli ortaggi che lo necessitano, lavare tutto bene e tagliare a dadini le verdure corpose, affettare invece le foglie.

Mettere tutte le verdure in pentola, coprire con abbondante acqua, salare e portare a bollore. Abbassare il fuoco, incoperchiare e lasciare cuocere per almeno 45 minuti. Se l’acqua si fosse consumata troppo, aggiungerene un po’, calda.

A questo punto sciacquare un paio di manciate di orzo, aggiungerele alla zuppa e terminare la cottura aggiustando con sale se necessario. Servire con una fetta di pane integrale e un filo d’olio.

(Visited 10 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *