Strudel alla frutta con esubero di licoli

 

Strudel alla frutta con esubero di licoli è pensato per chi utilizza il licoli (Lievito in Coltura Liquida) per la panificazione casalinga e ne  produce spesso in esubero. Per non buttarlo via, ecco una soluzione semplicissima: utilizzarlo per la pasta di uno strudel di frutta. L’effetto è simile alla pasta base di questo dolce tipico.

Ingredienti

50-60 g di Esubero di Licoli  (bastano  per produrre un impasto sufficiente x uno strudel per 4-6 persone)

1 cucchiaino da caffè di bicarbonato

1 pizzico di sale

2 cucchiaini da the di zucchero

150 g circa di farina 00

Acqua q.b

2 cucchiai abbondanti di olio di semi

Per il ripieno

2-3 frutti (mele, pere)

Uvetta

Pinoli e altra frutta secca frantumata

2 cucchiai di marmellata di albicocche

2 cucchiai di zucchero di canna

2 cucchiai abbondanti di pangrattato ( a cui si possono aggiungere dei biscotti frantumati)

Un pizzico di cannella

Preparazione

Si può procedere impastando a mano in una ciotola capiente oppure con un mixer o una impastatrice.

Introdurre nella ciotola il Licoli, il sale, lo zucchero, il bicarbonato e l’olio e iniziare a impastare, aggiungendo la farina e l’acqua poco alla volta fino a ottenere una pasta bella soda ma elastica e morbida.

Avvolgere il panetto nella pellicola e farlo riposare in frigo almeno un’ora. Poi stendere la pasta con un mattarello: deve risultare molto sottile, quasi un velo.

Adagiarla su di un foglio di carta da forno (per manovrare meglio lo strudel), spolverizzare metà del pangrattato sulla pasta e quindi e farcire con la frutta tagliata a pezzettini, prima mescolata in una bacinella con lo zucchero, la marmellata e la cannella. Ultimare con il resto del pangrattato e chiudere a rotolo la pasta. Fare attenzione perchè la pasta sottile potrebbe rompersi. Sigillare bene le estremità, praticare due o tre incisioni sulla superficie, spennellare con latte e cospargere di zucchero.

Infornare a forno caldo almeno 180-200 ° e far cuocere per circa mezz’ora, finchè dorato.

Non tagliare quando è bollente.

 

(Visited 48 times, 1 visits today)